Nella mia vita i viaggi, i libri e la scrittura ci sono sempre stati. Il vino è arrivato molto tempo dopo.

Il 1995 rappresenta l'anno della svolta. Dopo una laurea in Letteratura Inglese presso l'Università di Pavia, grazie a un incontro del tutto inaspettato dall'altra parte del globo, sono inciampata quasi per caso nel mondo del vino e, nel giro di qualche anno, ho deciso di concedermi una seconda vita. Nel 1999 ho frequentato il mio primo corso AIS e due anni più tardi, nel 2001, mi sono iscritta al Corso di Laurea di Viticoltura ed Enologia, presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Milano, conseguendo il titolo di enologo qualche anno più tardi. Nel 2006 ho finalmente deciso che cosa volevo fare da grande, tornando alla mia antica vocazione - quella dell’insegnamento e della divulgazione. Così ho iniziato a intervistare i produttori di vino e a tenere conferenze, raccontando le loro storie davanti a un bicchiere di vino.

Negli anni ho attraversato l'Italia, incontrando grandi e piccoli produttori, contadini, filosofi e poeti, enologi, artisti e scienziati, venditori ispirati, distributori sensibili, e critici disincantati. Ho potuto pertanto raccogliere molto materiale per un progetto importante: la costruzione di un ARKivio (ARK come "arca") in cui mettere in salvo storie, memorie, testimonianze e sogni di un mondo che rischia di scomparire e di cadere nell'oblio.

Nel 2012 ho iniziato a raccontare il mio viaggio sentimentale nel mondo del vino ne La Barbera è femmina (Ed. Estemporanee, 2016). Ma la ricerca continua.

 

Per contattarmi

Se vuoi organizzare un evento a cui invitarmi, per sapere dove acquistare il mio libro e come o anche solo per farmi qualche domanda in più, puoi mandarmi una mail a pinotti.marzia@libero.it oppure seguirmi su Facebook sulla pagina Marzia Pinotti - Winewriter.